Il Resto del Carlino
Il giornalino della Città dei Bambini
Martedì 30 aprile 2002


L' INTERVISTA


Francesco, in arte Kirkos, anche domenica prossima sarà tra i protagonisti in piazza San Francesco.
Perché fai questo spettacolo?
"Perché sin da bambino sognavo di fare il clown e così ho realizzato il mio sogno. Mi piace far divertire i bambini e poi anch'io mi sento sempre un bambino, anche se ho la barba e un po' di anni".
Li fai tu i burattini?
"Sì, uso la cartapesta e mi sono ispirato ai personaggi classici del circo quindi ci sono il domatore, i clowns, l'equilibrista e tanti altri".
Come si impara a diventare giocoliere?
"Ci vuole molta pazienza, i primi tempi anche tre ore al giorno. Però ti puoi allenare dove vuoi, a casa tua, al parco".
Chi ti ha insegnato?
"Ho imparato da solo, ma adesso ci sono anche delle scuole".
Ti piacerebbe andare in tv?
'No, non mi interessa, preferisco avere un contatto con il pubblico. E' più affascinante lavorare in strada".
Vorresti andare a lavorare all'estero con il tuo spettacolo?
Si, mi piacerebbe. Per ora ho lavorato solo in Italia, ma vorrei andare all'estero, in Grecia in particolare".